giovedì 17 dicembre 2009

Mi faccio un bel lifting

C'era qualcosa che non andava.
E non capivo cosa fosse.
Adesso forse ci sono.
Mi manca il contorno.

Ho analizzato la situazione da tutte le angolazioni possibili e finalmente ho capito di cosa si tratta: il benedetto/maledetto contorno.

Sto parlando delle mie foto e non del mio fisico, per il quale ci vorrebbe un'attenta e lunga analisi dalla quale uscirei sconfitta - ma chissenefrega (tutto attaccato) -

Realizzare un gioiello con cura e attenzione per il particolare è il minimo che si richiede, ma lo sfondo sul quale i gioielli si adagiano, i mettono in mostra e fanno parlare di sè, è altrettanto fondamentale.

Lo è per chi, come me, vende le sue creazioni principalmente su Internet, dove la foto gioca un ruolo determinante più della descrizione.

Ho lottato spesso con gli sfondi: c'è stato il periodo del fiore, durante il quale accostavo un fiore secco al gioiello; il periodo dello sfondo nero, in cui dicevo che il nero era sempre comunque raffinatissimo; il periodo del bianco latte, con sfondi dal candore abbacinante.
Adesso forse ci sono arrivata: accostandomi sempre più al vintage, dovevo trovare sfondi vintage.
Da qui allo svaligiare le varie librerie che ho in casa, il passo è stato breve.
Ho trovato vecchi libri acquistati nei mercatini e li ho sfruttati nella loro interezza.
Come sfondi ho utilizzato:

- le pagine un pò ingiallite
- le sovracopertine, con immagini floreali molto Art Nouveau
- alcune pagine interne, con stemmi e cornici

Ecco qualche foto con creazioni fresche fresche di pinze:

Questo sfondo è tratto da un catalogo d'arte. Grazie a Picnik ho invecchiato un pò lo sfondo saturandolo con del rosa.



Questi orecchini in lucite poggiano su un album di fotografie storiche, di quando il mio compagno era un bambino (quindi anche foto in bianco e nero) - calma, non iniziate a fare i salti mortali pensando a quando è stata inventata la fotografia: io e lui abbiamo entrambi 37 anni!!!



Questa invece è la copertina originale di un libro di Anatole France.
Gli orecchini sono in bronzo e lucite; la perla è in vetro.



Ancora orecchini in lucite con perle in vetro e come sfondo il testo del libro del vecchio Anatole.
Le pagine non sono patinate come nel primo caso, ma vecchie e consunte.


Questa collana poggia allegramente sulla copertina interna del libro di Anatole.


Il senso di questo post?
Un buon libro fa bene all'anima, al corpo, alla mente e a Chezbobo.
I suoi gioielli ringraziano!!!

6 commenti:

alteaperle ha detto...

Brava Silvia, questi sfondi sono azzeccatissimi per i tuoi bijoux!
Baci - Anna

Annarita ha detto...

Voto per l'ultima collana!! :)

Anonimo ha detto...

ciao Silvia :) ti leggo sempre con estremo piacere il tuo blog è rilassante e al tempo stesso avvincente, ti trovo una persona forte e vitale, adesso come non mai :)
se posso, bellissime queste nuove creazioni, ma lo sfondo non mi convince.
distrae dall'oggetto e lo priva della luce e del colore che ha, che trovo il bianco esaltasse al massimo
e provare con un'altra illuminazione?

ha detto...

sono ripetitiva... ormai non te lo dico + quanto sei brava e quanto sono belli i tuoi gioielli! però sono daccordo con anonimo, secondo me lo sfondo bianco è meglio, fa risaltare di + l'oggetto (parlo io che faccio delle foto orrende, ahah )

chezbobo bijoux ha detto...

Vi ringrazio tutte per i vostri commenti e do il benvenuto ad Anonimo che in 5 righe ha scombussolato tutte le convinzioni che mi ero costruita sugli sfondi vintage!!!!!!!!!!!!!
Quindi, ancora più confusa di prima, vi propongo il post seguente in cui ci sono sfondi bianco latte e sfondi vintage!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Почему регистрация не работает ?
--
http://pesennet.ru/ песни

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...